Evja

Intervista a Evja: Incontriamo i clienti sul campo e non smettiamo mai di lavorare sull’innovazione

Ciao Paolo, come e dove nasce l’idea di Evja? Quanti siete a lavorarci? Potresti descrivere in qualche parola la vostra attività?

Evja nasce a Napoli nell’estate del 2015 con la missione di fondere due elementi apparentemente distanti. Da un lato, una delle tecnologie più innovative ed interessanti del momento, l’Internet of Things, che ci permette di comunicare con le cose tramite ecosistemi di sensori. Dall’altro, invece, il mondo agricolo, in cui l’Italia è protagonista assoluta nel mondo. Così nasce OPI, un sistema di supporto decisionale per aziende agricole. Attualmente tra dipendenti e consulenti ci sono circa una quindicina di persone dietro la costante evoluzione di OPI.

Come funziona il vostro sistema OPI? Qual è la sua particolarità?

OPI aiuta gli agricoltori a prendere le decisioni migliori, grazie a un sistema di sensori installati in campo che misurano i fattori più importanti come temperatura, umidità, radiazione solare e bagnatura della foglia. Inoltre abbiamo sviluppato degli algoritmi che aiutano a capire quando irrigare e quando utilizzare fertilizzanti e pesticidi. In questo modo è possibile sapere cosa succede alle proprie piante in tempo reale, ovunque ci si trovi. Questo significa risparmiare risorse ed ottenere un prodotto finale più salubre.

Come avete avuto l’idea di sviluppare servizi applicabili al settore vitivinicolo/agricolo? Come funziona il vostro sistema nella pratica? Potresti farci un esempio?

OPI funziona con qualsiasi tipo di coltura, ma le nostre prime installazioni sono state in vigneti e soprattutto sotto serra. In particolare lavoriamo molto con le Baby Leaves, categoria che racchiude gli ortaggi da foglia (lattuga, radicchio, rucola) coltivati in serra e venduti in busta nei supermercati. Si tratta di un settore in enorme crescita e che può trarre enormi vantaggi da OPI, anche perché ha cicli produttivi elevati – fino a un raccolto al mese.

I nostri clienti amano OPI perché non sono più costretti ad andare di persona sul campo per controllare lo stato delle loro colture, e hanno accesso immediato a dati dettagliati che gli permettono di capire veramente a fondo cosa sta succedendo. Inoltre apprezzano particolarmente la possibilità di impostare degli alert. È capitato che un nostro cliente sia riuscito a salvare il raccolto perché avvisato durante la notte dall’allarme di OPI, che gli ha consentito di far fronte ad un improvviso cambio di temperatura.

evja-opi
Il sistema OPI realizzato da Evja

Come commercializzate i vostri servizi?

OPI è un sistema totalmente plug’n’play. Non ha bisogno di installazioni né di configurazioni, per cui può essere venduto anche online. Al momento la quasi totalità delle nostre vendite avviene però tramite il canale diretto. Si tratta di un prodotto estremamente innovativo, e per quanto l’agricoltore possa avere familiarità con la tecnologia, è sempre preferibile introdurlo gradualmente ad OPI. Per questo, nella fase attuale preferiamo incontrare i clienti sul campo, fare delle dimostrazioni pratiche e lasciare che tutti i soggetti aziendali coinvolti “giochino” col prodotto.

Riguardo a te/voi, hai sempre lavorato nel settore della tecnologia applicata all’agricoltura? Qual è/quali sono il tuo/vostri percorso/i personale/i?

Come gli altri due soci fondatori, Davide e Antonio, anche per me questa è stata la prima esperienza in ambito agricolo. Provengo da un mondo completamente diverso, avendo lavorato per oltre 15 anni nel digital/mobile, principalmente come country manager per multinazionali di questi settori. Pensa, prima di iniziare il mio percorso con Evja ho lavorato tra Lussemburgo e Germania in aziende di videogames. Per questo è stato fondamentale per tutti mettersi a studiare, sporcarsi le mani sui campi e arricchire il team con professionisti del settore, sia sul versante pratico che su quello scientifico-accademico.

evja-team
Il team di Evja

Avete nuovi progetti (o implementazioni), ad oggi, per poter continuare in questo processo di innovazione del settore agro-economico?

Non smettiamo mai di lavorare sull’evoluzione di OPI, aggiungendo sempre nuove funzioni e sviluppando nuovi algoritmi per renderlo efficace per il maggior numero possibile di aziende agricole. Stiamo lavorando molto anche a livello di partnership. A Gennaio parte delle quote di Evja sono state acquisite da BayWa e RWA, due colossi multimiliardari del settore agricolo tedesco ed austriaco, e recentemente abbiamo iniziato un percorso di scambio tecnologico con Deutsche Telekom e Microsoft. Inoltre tra i nostri soci c’è anche Startupbootcamp Foodtech. Tutto questo ci permette di contare su un network solido ed internazionale, un vantaggio sia dal punto di vista tecnologico che di business.

Qualche parola per concludere?

Unitevi alla rivoluzione dell’agricoltura, visitate il nostro sito www.evja.eu e la nostra pagina Facebook evja.official per conoscere meglio OPI e tutte le novità sulla smart agriculture.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *