Azienda Agricola Manetti Leonardo

Intervista a Leonardo: ho esaudito il desiderio di quel bambino che non vedeva l’ora di tornare a casa da scuola per partecipare alla vendemmia

Ciao Leonardo, potresti dirmi in qualche parola da dove nasce l’Azienda Agricola Manetti Leonardo?

La mia famiglia ha sempre lavorato in questo settore. Con la fine della mezzadria mentre tutti abbandonavano le campagne per andare a lavorare in città, mio nonno Nello con la moglie Annita e la loro famiglia si misero in proprio e aprirono la loro l’azienda agricola, l’“Azienda Agricola Sagrona” che ha chiuso nel 2016.

Nel 2009, dopo aver acquistato un ettaro di vigneto di Chianti Classico decido di dare vita alla mia propria realtà e così apre i battenti la mia Azienda Agricola. Oggi tra proprietà e affitti l’azienda si estende su circa dieci ettari dei quali tre a vigneto, tra le colline intorno a Greve in Chianti nel cuore della Toscana tra Firenze e Siena.

az_agricola_manetti_vigneto
Vigneti all’Az. Agricola Manetti Leonardo

Ho esaudito il desiderio di quel bambino che non vedeva l’ora di tornare a casa da scuola per partecipare alla vendemmia, e attendeva con impazienza l’arrivo dell’estate per poter andare in vigna.

In cosa consiste la tua attività? Segui personalmente tutto il processo produttivo di olio, giaggiolo e vini (dalla vendemmia all’imbottigliamento ecc.)?

Mi dedico in prima persona alla coltivazione dei miei terreni e al lavoro nella cantina, e i prodotti che ne ricavo sono il risultato della tradizione locale, arricchita dalle moderne conoscenze tecniche.

Con l’aiuto del babbo Giorgio e di tutta la famiglia per le operazioni di raccolta dei prodotti, seguo tutto il processo produttivo del vino, dalla crescita delle uve fino alla commercializzazione, quello della produzione di olio e dei rizomi essiccati di giaggiolo.

az_agricola_manetti_giaggiolo
Coltivazioni di Giaggiolo (Iris Pallida) all’Az. Agricola Manetti Leonardo

Indicativamente da gennaio a giugno i lavori principali sono nel vigneto: la potatura, la manutenzione e la vendemmia verde, e nell’oliveto per la potatura. A luglio e agosto c’è la lavorazione del giaggiolo. Mentre da settembre a novembre c’è prima la raccolta dell’uva e poi delle olive con i relativi processi di produzione. Tutti i mesi poi c’è da pensare alla commercializzazione dei prodotti e alla burocrazia in generale.

Quali sono i principali prodotti?

Produco Vino Chianti Classico D.O.C.G, Vino Rosso I.G.T Toscana, Vino Rosso da Tavola Sfuso, Olio Extravergine di Oliva e sono rimasto tra i pochi a coltivare il Giaggiolo (Iris Pallida) per l’industria dei profumi.

az_agricola_manetti_chianti
Bottiglia di Chianti Classico di produzione dell’Az. Agricola Manetti Leonardo

 Come commercializzi i tuoi prodotti? Vendi principalmente in Italia o anche all’estero?

Vendo i miei prodotti principalmente nel punto vendita che ho, presso la mia cantina vicino alla piazza principale di Greve in Chianti. Ho la fortuna di vivere in una paese molto turistico, frequentato anche da molti viaggiatori stranieri che apprezzano i prodotti. Inoltre c’è la possibilità di spedizione di vini in tutt’Italia e anche all’estero.

Riguardo a te, hai sempre lavorato nel settore viticolo? Qual è il tuo percorso personale?

Ho fatto brevi esperienze sempre nell’ambito agricolo e prima che mi mettessi in proprio ho sempre collaborato nell’azienda di famiglia. Nel 2007 mi sono laureato in Viticoltura ed Enologia a Firenze.

Ho un diploma di perito elettronico preso nel 2000 ma non ho mai lavorato nell’ambiente. Il mio sogno è sempre stato quello di occuparmi di agricoltura, di seguire le orme della mia famiglia e di mettermi in proprio, ma ho fatto degli studi superiori diversi per avere anche un’altra opportunità di lavoro nel caso non fossi riuscito a esaudire il mio desiderio.

Cosa ti appassiona del tuo lavoro?

Mi piace la libertà che questo lavoro mi permette di avere, anche se è una libertà illusoria perché lavoro sicuramente molto di più di chi è dipendente, ma in questo modo mi posso gestire io il tempo.

Inoltre mi piace lavorare all’aria aperta a contatto con la natura, sempre per la stessa idea di libertà, un valore al quale non posso rinunciare per stare bene.

Ho scelto di fare il contadino, riconosciuto in chiave moderna come imprenditore agricolo, per avere una buona qualità della vita e perché credo nei valori semplici e genuini, gli stessi valori che hanno incoraggiato la mia vena poetica.

az_agricola_manetti_leonardo
Leonardo, viticoltore e poeta, immerso nella natura.

Un messaggio conclusivo che ti piacerebbe lasciare ai nostri lettori?

Ho iniziato a scrivere poesie da adolescente e negli ultimi anni i miei componimenti sono diventati pubblici. Nei miei versi poetici c’è molto della mia terra dove passo gran parte del mio tempo, e molte poesie sono lo specchio fedele delle emozioni che i luoghi, i paesaggi e i prodotti che coltivo mi trasmettono. E quindi vi voglio lasciare con alcuni dei miei versi:

 “Un paesaggio nato dal sudore

si alterna a fitti boschi,

taciturne braccia di sacrifici

offrono colori e detti”

Leave a Reply

Your email address will not be published.