Yougardener

Intervista a Pietro Bruni: Yougardener e la sfida di diffondere conoscenza, amore e rispetto per il verde

Ciao Pietro, potresti dirmi in poche parole come nasce Yougardener?

Yougardener nasce dall’esigenza di risolvere due delle principali problematiche che incontrano gli addetti ai lavori o anche i semplici appassionati di piante e giardini. Vale a dire la difficoltà di individuare le piante più adatte al proprio spazio e in secondo luogo di reperirle una volta individuate.

Per questo abbiamo compilato un database relazionale con i dati di quasi tutte le piante ornamentali del mercato italiano. Ognuna descritta con 16 attributi come per esempio colore del fiore, esposizione, altezza ecc. così che se un utente per esempio cercasse un rampicante con i fiori blu, fiorito a maggio, avrebbe in pochi secondi la lista delle varietà con queste caratteristiche.

yougardener_fiori_carretta
Carretta di Fiori made in Yougardener

A questo punto entra in gioco il discorso della reperibilità: per fare in modo che su Yougardener fosse possibile comprare quasi tutte le piante del mercato, abbiamo stretto accordi con i migliori vivai italiani e abbiamo aggregato i loro cataloghi in un unico super-catalogo che in pochi mesi ha già raggiunto quasi 10.000 varietà in vendita, rendendoci il più grande vivaio digitale al mondo.

Che cos’è e come funziona? 

Una volta che l’utente compra con pochi e semplici passaggi le piante su Yougardener noi passiamo l’ordine al vivaio che spedisce le piante al cliente.

yougardener_logo
Logo della piattaforma Yougardener

Il costo delle piante è lo stesso che il cliente troverebbe in vivaio o sul sito del vivaista. La nostra marginalità del 30% corrisponde allo sconto che di solito i vivaisti praticano ai professionisti e il fatto di non avere costi di magazzino rende il nostro modello di business molto profittevole.

Per capire meglio come funziona potete guardare anche il nostro video Youtube.

Quali obiettivi vi prefiggete?

Vogliamo diventare sia in Italia che all’estero il principale punto di riferimento per gli appassionati di piante e giardini sia come luogo d’informazione sia come marketplace di piante.

Con questo obiettivo, abbiamo lanciato una campagna di equity crowd funding per cercare nuovi soci e in 45 giorni abbiamo già raccolto oltre 110.000 euro!
La campagna è aperta a tutti fino al 20 luglio, con un investimento minimo di € 250, ed è gestita da Crowdfundme, la principale piattaforma in Italia.

Dove e come vengono scelte le piante o i venditori? Qual è la specificità delle vostre piante?

Io sono botanico e, con la mia ditta lavoro nel giardinaggio da quasi 15 anni, conosco quindi ormai molto bene il settore. Grazie a questo ho potuto scegliere i migliori vivaisti italiani, ognuno nel proprio campo: per esempio Barni per le rose, Priola per le perenni, le Commande per le peonie ecc.

Riguardo a te personalmente, sei sempre stato appassionato di piante? Qual è il tuo percorso personale?

Sono nato e cresciuto a Milano, ma fin da quando ho memoria sono sempre andato letteralmente pazzo per piante e animali. Facevo parte di quella categoria di bambini che passano ore sdraiati a pancia in giù a osservare un fiore che sboccia o un ragno che tesse la tela… Questa passione non è mai venuta meno, mi sono laureato in scienze naturali e dopo l’università ho aperto la mia ditta di progettazione di giardini e terrazzi.

yougardener_cofounder
Pietro Bruni, cofondatore di Yougardener.

L’idea di Yougardener nasce da una mia esigenza personale: a Milano non trovavo mai le piante che volevo mettere nei miei progetti. I vivai in città chiudevano tutti mentre quelli belli erano sempre lontani… Quindi tre anni fa, insieme a un mio grandissimo amico, Alberto Jacini, sviluppatore di software, abbiamo deciso di aprire Yougardener.

Quanti siete a lavorare a Yougardener? 

Adesso siamo in sette. Tre sviluppatori e quattro persone che si occupano dei contenuti, del marketing e dell’amministrazione. Un anno fa al team si è unito, come socio e mentore, Martin Angioni (per 5 anni CEO di Amazon Italia) che con la sua esperienza è per noi preziosissimo.

Su quali valori e principi si fonda la vostra attività?

Siamo un gruppo molto affiatato, tutti amanti della natura e con a cuore temi come inquinamento, deforestazione e sostenibilità. La sfida di Yougardener è anche quella di diffondere conoscenza, amore e rispetto per il verde. Lo facciamo anche attraverso la nostra community su Facebook, dove abbiamo quasi 160.000 followers, la più numerosa a tema di giardinaggio in Italia.

Un messaggio conclusivo?

Un detto popolare recita: “Noi non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli”.
Il nostro giardino non finisce fuori dal cancello. Né la casa fuori dalla nostra porta.
Il paesaggio e l’ambiente sono sotto la responsabilità di tutti noi. Proprio di tutti.

One comment Add yours
  1. Fantastico. Molto commovente.
    Purtroppo da sola non riesco a realizzare ciò che mi farebbe stare meglio, spiritualmente.
    Mi piacerebbe vivere in un Territorio ben curato dove il motto dovrebbe essere: vivere in un mondo verde, fiorito per rendere migliore, salutare ed armoniosa la qualità della vita.
    Fiorire ed acogliere ❤🌻
    Grazie,cq, per tutto ciò che fate, con grande impegno ed Amore💚🌳🌸❤🌷🌻🌹🏵❤

Leave a Reply

Your email address will not be published.