DroneBee

Intervista a Simone: “Integrare nuove tecnologie nel settore agricolo si renderà sempre più necessario”

Ciao Simone, potresti dirmi in poche parole da dove nasce l’idea di DroneBee?

DroneBee nasce circa un anno fa, dopo anni di gestazione, e parte dall’idea di voler ottimizzare i processi agricoli attraverso droni e mappe multispettrali (ma non solo).

In cosa consiste la vostra attività?

Noi ci occupiamo prevalentemente di rilievi aerei con droni muniti di camere multispettrali per rilevare lo stato di salute delle piante.

mappa_dronebee
Esempio di Mappa multispettrale DroneBee

In fondo, è come effettuare una radiografia alle colture in modo da capire se stanno soffrendo per un qualche motivo (malattie, stress idrico, ecc.). Ci occupiamo anche di diffondere le pratiche dell’agricoltura di precisione.

Quali sono i principali servizi da voi offerti?

Offriamo sia supporto alle aziende agricole e ai centri di ricerca con strumentazioni all’avanguardia, sia formazione su prodotti e software per l’agricoltura di precisione.

Quali sono i vostri principali prodotti? In che modo possono essere personalizzati?

Rivendiamo camere multispettrali, software di fotogrammetria, droni e sistemi di supporto alle decisioni. I droni possono essere personalizzati in base alle esigenze (tipo di camera da integrare, tipo di analisi da effettuare, ecc.).

drone_dronebee_multispettrale
Drone con camera multispettrale di DroneBee

Come commercializzate i vostri prodotti e servizi?

Commercializziamo i prodotti attraverso i social networks (Facebook, Twitter) e utilizzando Google Ads con campagne ad hoc.

Quali sono i vantaggi della loro applicazione in ambito agricolo/viticolo? In che modo favoriscono lo sviluppo dell’agricoltura di precisione?

I vantaggi sono moltissimi, dall’ottimizzazione dei processi (e quindi al risparmio economico), al miglioramento dei prodotti (es. vino), al risparmio di risorse (es. diserbanti e pesticidi), al minor impatto ambientale. Inoltre la nostra tecnologia fornisce agli agricoltori informazioni utili che prima non erano disponibili.

Riguardo a te/voi, hai/avete sempre lavorato in ambito agricolo/tecnologico? Qual è il tuo/vostro percorso personale?

Io personalmente provengo da un settore completamente diverso ma ad alto contenuto tecnologico, essendomi laureato nel 2014 in ingegneria aerospaziale ed avendo lavorato in aziende italiane come Fiat. L’agronomo che è mio socio ha invece un percorso lungo e sostanzioso come direttore di importanti realtà vitivinicole italiane.

Cosa ti/vi piace del tuo/vostro lavoro? Quali valori vi ispirano nel farlo?

Mi piace questo lavoro perché ha a che fare con la natura e mi consente di stare spesso all’aria aperta, anche in bellissimi posti.

dronebee_natura
Dronebee e i suoi strumenti: tra natura e tecnologia

Inoltre, apportare miglioramenti in un settore come quello agricolo, da cui traiamo direttamente il nutrimento per le nostre vite quotidiane, è per me molto stimolante.

Quanto è importante l’integrazione della tecnologia, oggigiorno, per il futuro dell’agricoltura?

Direi che è fondamentale. Basti pensare la crescita esponenziale del numero di persone sulla Terra e il conseguente aumento di richiesta di cibo con stress enormi per il pianeta. “Produrre di più con meno” non sarà solo uno slogan ma proprio un modo diverso di fare agricoltura nel rispetto del nostro pianeta.

Qualche parola per concludere?

Concluderei dicendo che ci sono moltissimi modi per approcciare il problema agricolo dal punto di vista tecnologico e le cose da fare sono molte. Tuttavia, alle aziende agricole dico che sarà sempre più necessario integrare queste nuove tecnologie per la loro stessa sopravvivenza e per la nostra e non bisogna avere paura di investire, anche poco. Bisogna sempre guardare avanti con la costante voglia di migliorarsi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.