Agricolus

Intervista al COO Antonio Natale: Lagricoltura del futuro: un approccio multidisciplinare alla gestione agronomica con una forte componente tecnologica e informatica”

Innanzitutto, da dove nasce lidea di Agricolus e in cosa consiste la vostra attività?

Agricolus è una startup nata nel 2017 che affonda le sue origini già nel 2010, quando l’attività di R&D di TeamDev incontra Aedit srl. TeamDev è una software house di Perugia con decennale esperienza nell’applicazione di tecnologie geo-spaziali in agricoltura e nello sviluppo di sistemi di precision farming; Aedit srl è lo spin-off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa che opera in ambito di ricerca, sviluppo, trasferimento e diffusione di tecnologie informatiche nel settore agro-ambientale.

La nostra attività consiste nel supportare agricoltori, piccole e grandi aziende nell’ottimizzazione del lavoro in campo, utilizzando tecnologie avanzate di raccolta e analisi dati.

agricolus_tech_data_agricoltura
Agricolus supporta gli agricoltori con tecnologie avanzate di raccolta e analisi dati.

Quali sono i vostri principali prodotti (cosa sono, qual è la loro funzione ecc.) e quali le tecnologie sviluppate? Come funzionano i vostri modelli previsionali e i sistemi di supporto decisionale?

Abbiamo lanciato la piattaforma web Agricolus, declinabile in diverse versioni a seconda della tipologia di cliente: Free, Essential, Plus, Enterprise.

Il primo step per utilizzarla è creare un account: una volta effettuata la registrazione, gli utenti sono in grado di gestire i propri campi in modo preciso ed efficiente, registrando sulla piattaforma tutte le informazioni utili a comprendere l’andamento delle coltivazioni e i diversi fattori che influenzano la produzione. Nello specifico Agricolus fornisce Sistemi di Supporto alle Decisioni (DSS), modelli previsionali, lotta intelligente alle fitopatie e telerilevamento; uno strumento che, oltre ad ottimizzare il lavoro in campo, permette alle aziende di prendere la decisione giusta al momento giusto e di effettuare azioni mirate per le specifiche esigenze di ogni singola coltura.

agricolus_dss
Esempio di DSS offerto da Agricolus.

I nostri modelli sono basati su diverse fonti di dati: sensori sul campo, satellitari, operazioni di scouting sul campo (automatiche e non) e macchinari agricoli. Una delle caratteristiche principali di Agricolus è di essere un collettore di dati eterogenei che attraverso i nostri modelli matematici vengono uniti (data fusion) per fornire previsioni e stime di alcuni fenomeni. Non usiamo modelli solo per prevedere ma anche per evidenziare delle caratteristiche importanti al fine del supporto alle decisioni. Questo lo facciamo da tempo attraverso modelli statistici ma ormai da un paio di anni stiamo introducendo metodi di Machine Learning per rendere ancora più affidabili alcuni risultati.

Il cambio di paradigma nella gestione agronomica lascia sempre meno spazio all’esperienza personale o all’intuizione di un operatore senza che queste siano guidate dai dati. In questo senso Agricolus permette delle scelte data driven, quindi un supporto alle decisioni prese grazie a robuste evidenze empiriche e non solo con speculazioni o intuizioni occasionali.

data_drive_decisioni_agricolus
Nulla è più lasciato al caso. Agricolus consente di prendere decisioni Data Driven.

Dai dati in vostro possesso, grazie allapplicazione dei vostri sistemi si può riscontrare un miglioramento effettivo nelle pratiche agronomiche (in merito a cosa: tempistiche, quantità/qualità del prodotto, controllo e salvaguardia ecc.)?

Utilizzare Agricolus significa concentrarsi sui processi di campo garantendo una maggiore sostenibilità ambientale senza trascurare quella economica rivolta a una maggiore produzione, qualità e tracciabilità.

Grazie agli strumenti che forniamo, gli operatori agricoli sono in grado di migliorare la produttività risparmiando sull’utilizzo degli input (acqua, trattamenti, fertilizzanti) e riducendo i costi economici. Questo processo comporta una diminuzione dell’impatto ambientale.

Come commercializzate i vostri prodotti?

Utilizziamo diversi canali attraverso i quali i nostri prodotti vengono commercializzati: gli eventi e le fiere di settore principalmente in Italia, Europa e Nord America; il sito web, il marketplace e i nostri social network; la vendita diretta attraverso i nostri Account Manager; la Agricolus Partner Network, la nostra rete di partner scientifici e tecnologici. Abbiamo inoltre la Agricolus Professional Academy, nata di recente: si tratta di un’occasione di formazione per i professionisti del settore sulle tecniche di precision farming e sull’uso della nostra piattaforma.

Siete una startup internazionale, quali sono al momento i vostri progetti in Europa o nel mondo e quali i progetti o gli obiettivi a livello nazionale?

Il mercato italiano sicuramente è importante ma soprattutto è un’ottima palestra tecnica e commerciale dove allenarsi per poi competere in Europa. Infatti non vogliamo fermarci qua. Fare innovazione in agricoltura significa anche guardare oltre i propri confini con l’ambizione di traguardare anche oltre oceano. In effetti, abbiamo alcuni progetti in cantiere in Canada, in Giappone, nel Mali.

Quanti siete e quali sono i vostri ruoli allinterno di Agricolus? Avete/hai sempre lavorato in ambito tecnologico applicato all’agricoltura oppure no? Qual è il tuo/vostro percorso personale?

Sono uno dei cofounder di Agricolus e attualmente il COO. Condivido questo percorso con Andrea Cruciani, CEO, e Diego Guidotti, esperto R&D, anch’essi fondatori di Agricolus e con me nel board.

Ceo_founder_cruciani_andrea
Andrea Cruciani, CEO di Agricolus. Condivide questo percorso con Antonio Natale e Diego Guidotti.

Alcuni di noi vengono già da un percorso applicativo in agricoltura ma altri no. Come sempre, mi piace sottolineare che l’agricoltura del futuro non è più un mero problema agronomico ma un approccio multidisciplinare alla gestione agronomica con una forte componente tecnologica e informatica. Proprio qui si incontrano tutte le figure professionali che compongono il nostro team, composto da 12 persone tra agronomi, sviluppatori, analisti GIS e Data Scientists. Ma anche da persone esperte in amministrazione, comunicazione e web marketing, componente molto importante in una start-up anche se si sottolinea raramente. Ognuno con un percorso professionale diverso che arricchisce in modo incredibile il gruppo.

Qualche parola per concludere?

Lagricoltura intelligente è un settore con potenzialità di crescita enormi in Italia, ma non mancano le resistenze. Non dimentichiamoci che l’agricoltura si è basata per secoli sull’esperienza degli agricoltori stessi: intuizioni, colpi d’occhio, tradizioni consolidate e credenze popolari, non sempre supportate da basi scientifiche. Oggi alle aziende agricole viene richiesto di essere competitive, con il tempo sono diminuiti finanziamenti e contributi e sono state varate leggi sui trattamenti.

agricolus_data_agritech
Agricolus: la piattaforma per l’agricoltura di precisione.

Non si può più fare a meno di un sistema scientifico che consenta di raccogliere, interpretare e archiviare le informazioni per prendere decisioni basate su dati certi. E che non trascuri soprattutto la sostenibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *