Macchine Agricole Stefani Luciano

Intervista a Luciano Stefani, titolare dell’azienda Macchine Agricole Stefani Luciano: “Anche per chi acquista, il mondo è online.”

Potrebbe raccontarci in qualche parola come nasce Macchine Agricole Stefani Luciano? Quali sono le principali peculiarità della marca?

La mia azienda, Macchine Agricole Stefani Luciano, nasce dall’esigenza del settore. Oltre 35 anni fa, il territorio ha manifestato la necessità di avere un punto di riferimento per avere dei consigli sulle attrezzature migliori in ogni singola tipologia di lavorazione. La piccola media azienda, come il terzista, ha necessità di confrontarsi con un professionista che sappia consigliargli il meglio per il proprio lavoro.

Non è facile fare l’agricoltore e in questo settore le variabili sono talmente tante (impasto terreno, inclinazione, esposizione, cultura, andamento della stagione ecc.) che un consiglio da chi ha più esperienza è sempre corretto.

Per me e per il mio Staff, qualunque sia il volume di lavoro che ti aspetta, che tu sia un appassionato o un professionista, hai diritto ad essere ascoltato ed è forse questa la chiave del nostro successo. Trattiamo tutti i nostri clienti alla pari, parlando schiettamente e andando al nocciolo del problema. Molto spesso poi, da clienti diventano amici!

Quali sono i vostri prodotti faro? Qual è il loro principale utilizzo?

In qualità di commercianti, non abbiamo dei prodotti faro. Produciamo qualche articolo, facciamo manutenzioni e revisioni anche radicali, ma principalmente cerchiamo nel mercato quei prodotti che qualitativamente possono soddisfare la clientela. Non crediamo molto nella Full Line. Senza dubbio, avere l’attrezzo del colore del trattore o della stessa marca, lo rende più bello, ma nessun produttore può essere leader in tutti i settori, per eccellere è necessario specializzarsi. Infatti, poi, la maggior parte delle attrezzature Full Line sono acquistate non prodotte, con un rincaro dovuto ad un passaggio in più.

In Italia abbiamo tanti produttori che fanno dell’eccellenza nella metalmeccanica il loro punto di forza, e per questo siamo conosciuti in tutto il mondo. Lo dimostrano gli avvenuti acquisti di prestigiosi marchi italiani, da parte di multinazionali di origine estera. Non ci manca nulla.

Nel corso degli anni la mia azienda si è specializzata nelle tipologie locali di agricoltura. I settori di riferimento sono la fienagione, la raccolta

-avvolgitore teli per raccolta,

macchine_agricole_stefani_luciano_avvolgitore_teli_raccolta
Avvolgitore Teli Per Raccolta SL

-scavapatate ecc.,

macchine_agricole_stefani_luciano_scavapatate
Scavapatate SL dm100

la lavorazione del suolo o del terreno

-erpice strigliatore ecc.

macchine_agricole_stefani_luciano_erpice_strigliatore
Erpice strigliatore SL 6m

con un particolare occhio alla nuova agricoltura biologica, le attività forestali e la meccanizzazione nella produzione di biomasse, il giardinaggio, e lo sgombraneve –

-fresaneve,

macchine_agricole_stefani_luciano_fresaneve
Fresaneve da trattore SL

-vomere,

-spartineve

Qual è il valore aggiunto dei vostri prodotti? Cosa li rende speciali, differenziandoli dalla concorrenza?

Il valore aggiunto è l’esperienza e la continua ricerca della qualità e delle migliorie. Scegliamo di essere dealer di marchi nel quale i feed-back con l’utilizzatore finale hanno un valore. Prendiamo tutte le indicazioni del fruitore e le trasformiamo in migliorie per i medesimi prodotti che verranno. Questo lavoro di sinergia permette di crescere insieme, in rete valorizzando le peculiarità di ogni singola nicchia di agricoltura. Se si guardano in foto o nelle illustrazioni, tutte le attrezzature sembrano belle. Conoscerle fino nel dettaglio, carpirne i segreti e i plus, è il nostro segreto, e in questo ci aiuta il lavoro che facciamo continuamente con l’assistenza.

Se devi ripararle o manutenerle devi sapere come devono funzionare perfettamente, e quali materiali o quali spessori sono indispensabili.

Qual è la vostra visione dell’e-commerce per la vendita e l’acquisto di attrezzature agricole?

L’E-commerce è uno dei settori in continua espansione e credo che nessuno possa fare a meno di esso. Si è avverato quanto predetto da Bill Gates: “Se non sei in rete, non esisti”. La nostra scelta è di essere presente nelle piattaforme digitali specialistiche, come Farmitoo, piuttosto che avere un sito di E-commerce personale, cosicché la clientela possa avere più scelta e questa non sia a senso unico. Siamo sicuri della nostra professionalità e questo ci mette in una situazione di assoluta tranquillità.

Il mercato in rete nasconde comunque delle insidie: oltre alla presenza di prodotti spazzatura a basso costo proveniente specialmente dall’Asia, vi sono anche tantissimi truffatori online che attirano la clientela con prezzi esageratamente convenienti. Occorre essere vigili e non fidarsi troppo di chi ti chiede del denaro e di chi non conosce quello che sta tentando di venderti.

Per le macchine agricole infatti, consiglio sempre anche ai miei clienti ove possibile di venire di persona a vederle, prima dell’acquisto.

Secondo lei, quale ruolo ha oggi il digitale nel mondo agricolo? L’avvento di Internet ha in qualche modo modificato la vostra attività? Se sì, in che modo?

La sede storica della nostra azienda è decentrata rispetto ad altre, e questo ha reso più difficile la nostra attività. Anche se, il fatto che la nostra clientela abbia sempre percorso grandi distanze per venirci a trovare, dimostra che abbiamo sempre lavorato bene.

Oggi con il digitale, la nostra azienda Macchine Agricole Stefani Luciano è cresciuta tantissimo ed abbiamo acquistato uno showroom di oltre 4000 m di coperto. Abbiamo anche aumentato il personale che è in continua crescita. La tipologia di lavoro si è evoluta velocemente, ma il mondo è diventato più piccolo. Vendere all’estero, anche extra UE è diventato la normalità. Abbiamo mandato prodotti negli Usa, in Australia, in Cina e in Africa.

Anche per chi acquista, il mondo è online. Ogni persona può trovare qualsiasi cosa le serva. Siamo tutti in concorrenza col mondo e i prezzi sono diventati più vantaggiosi per il cliente finale. La conoscenza è potere, e soprattutto per le macchine datate, se si ha bisogno di ricambi o sostituzioni, bastano pochi euro di corriere e il gioco è fatto!

Vorrebbe aggiungere qualcosa per concludere? Avete qualche progetto in vista a cui vorrebbe accennarci?

L’agricoltura è da sempre l’inizio e la fine. Tutto parte dalla terra e ritorna alla terra. Il settore che è chiamato primario e quindi fondamentale per noi. Per chi non crede sia un lavoro “dignitoso”, deve sapere che non c’è niente che produce più ricchezza, di vita si intende. Vedo un futuro roseo per l’agricoltura, specie per quella italiana. Questa non può e non deve essere incentrata sulla quantità. In questo ambito infatti, non possiamo competere con paesi nei quali non esistono regole a tutela della salute e dove anche la manodopera costa pochissimo. Incentrando tutto sulla qualità invece, sulla naturalità dei prodotti, l’agricoltura italiana può vincere la sfida. In questo la tecnologia e la rete possono essere dii grande aiuto. Ci aspetta un futuro in cui i droni sostituiranno il lavoro delle braccia, ma nel quale la qualità del prodotto sarà sempre centrale. Un consiglio di un esperto sarà sempre e comunque fondamentale, oltre il tempo e la tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *