TerraSharp

Intervista a Federico Barone, Responsabile del progetto TerraSharp che offre servizi per la viticoltura di precisione

Buongiorno Federico, potrebbe raccontare brevemente la storia del progetto TerraSharp?

TERRASHARP è un progetto in ambito Agricoltura 4.0 che offre servizi innovativi con focus sulla viticoltura di precisione.

Il progetto nasce nel 2017 ad opera di GreenSharp, società specializzata nel settore IT, e punta a sostenere l’efficienza e la sostenibilità del comparto vitivinicolo nello specifico mediante l’utilizzo di tecnologie avanzate per l’acquisizione di informazioni sui vigneti quali ad esempio indici vegetativi, parametri di accrescimento e identificazione delle malattie.

Grazie all’impiego di droni sono rilevati dati che sono successivamente elaborati mediante algoritmi proprietari (di image analysis, image recognition e machine learning) per offrire un innovativo servizio di consulenza agronomica a 360° finalizzato ad ottimizzare le operazioni colturali.

terrasharp_droni_rilievi_viticoltura
Quali sono i servizi offerti da TerraSharp? 

TerraSharp offre i seguenti servizi:

  • Valutazione iniziale per capire come e dove intervenire, partendo da un confronto con l’agricoltore, passando per una valutazione sul campo delle principali caratteristiche degli appezzamenti, per dare evidenza di eventuali problematiche e meglio indirizzare le successive analisi ed azioni.
  • Conteggio delle piante realmente presenti in vigneto evidenziando quelle mancanti o prossime alla morte per interventi di sostituzione mirati e per ottimizzare il processo di sostituzione e riapprovvigionamento.
  • Mappe di vigoria: l’appezzamento è suddiviso in sotto-aree in cui le piante presenti sono identificate per livelli di vigoria. L’obiettivo è quello di predisporre azioni per gestire e/o uniformare la variabilità per indirizzare, stabilizzare e/o incrementare la produzione senza inficiarne la qualità.
  • Previsioni produttive grazie alle quali è possibile sapere in anticipo la quantità di uva raccolta alla vendemmia. In questo modo è possibile tarare la produzione finale rispetto all’obiettivo enologico prefissato, pianificare in anticipo l’acquisto dei materiali di consumo necessari in fase di produzione del vino, poter programmare l’acquisto dell’eventuale uva mancante e la gestione della cantina con settimane di anticipo.
A chi si rivolgono principalmente questi servizi? Come è possibile usufruirne? 

I vantaggi più evidenti si hanno su aziende con più di 20 ettari vitati, ma anche per quelle più piccole esistono dei benefici tangibili.

terrasharp_vigneti_servizi_data

Operiamo in tutta Italia ma anche all’estero, grazie a selezionati partner locali. Per usufruire dei servizi è sufficiente contattarci per ricevere senza impegno tutte le informazioni e le risposte ai quesiti che si possono avere. I nostri consulenti aiuteranno il cliente a creare la propria soluzione su misura in base alle problematiche proprie di ogni azienda e senza dimenticare il budget.

Il vostro sito recita “Il METODO COMPLIT  è ciò che ci rende unici”. Potrebbe spiegarci più nel dettaglio cos’è e come funziona questo metodo? 

TERRASHARP ha messo a punto un proprio approccio metodologico, denominato Metodo COMPLIT, in grado di raccogliere, elaborare e fornire dati e informazioni riguardanti diversi aspetti delle colture.

Il Metodo COMPLIT è la proposta integrata dei servizi TERRASHARP il cui filo conduttore è la consulenza agronomica a 360° sull’intero ciclo colturale.

terrasharp_viticoltura_metodo_complit_agricoltura
Qual è la mission di TerraSharp? E quali sono i vantaggi che i vostri servizi possono portare agli agricoltori?

Come azienda siamo fortemente convinti che il cambiamento in agricoltura debba essere fruibile da tutti, a prescindere dall’estensione e dalla volontà di investimento che l’azienda può avere.

I principali benefici in termini di efficienza e sostenibilità sono:

  • riduzione dei tempi e dei costi di monitoraggio dei vigneti
  • effettuare precise stime produttive
  • prevenzione della diffusione dei patogeni
  • riduzione dell’uso dei prodotti fitosanitari fino al 35%*
  • abbattimento dell’uso dei concimi fino al 45%**
  • incremento della produzione fino al 15%**
  • riduzione delle emissioni di CO2 fino a quasi il 30%**
  • riduzione delle differenze di vigore vegetativo per produzioni più uniformi
  • stabilizzazione dei valori di qualità produttiva
  • azioni mirate e proattive sulle problematiche riscontrate a livello di singola pianta
Quanti siete a lavorare a TerraSharp? 

Nel progetto sono coinvolti 15 collaboratori, di cui 8 impegnati in R&D, con attività sviluppate sia autonomamente sia tramite collaborazioni accademiche, come ad esempio con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, per sviluppare algoritmi e servizi e validarli mediante risultati diretti.

Più nel dettaglio, qual é il suo ruolo all’interno della compagnia? Cosa più la appassiona nel suo mestiere? 

La mia storia all’interno del progetto TerraSharp è nata circa due anni fa come consulente agronomico specializzato in viticoltura ed enologo; oggi sono il responsabile del progetto.

Il mio lavoro mi appassiona molto, mi dà la possibilità di costruire il futuro del settore agricolo cercando di indirizzarlo verso una sempre crescente sostenibilità.

Inoltre, dal momento che la strada non è ancora tracciata, si studiano diverse soluzioni o approcci ai problemi che a volte ci fanno sentire dei pionieri.

Infine, del mio lavoro apprezzo che riusciamo a migliorare non solo la vita degli agricoltori grazie ai risparmi sui prodotti chimici, ma anche il circolo virtuoso che si genera grazie alla riduzione degli input e che impatta positivamente l’ecosistema e, di conseguenza, l’uomo stesso. Il mio auspicio è che, anche grazie ad aziende come la nostra, in un futuro non lontano l’opinione pubblica possa percepire l’agricoltura come uno strumento fondamentale non solo per l’alimentazione del pianeta ma anche come un settore produttivo sostenibile, pulito e votato al mantenimento della biodiversità.

Quali sono i vostri obiettivi per il futuro? 

Attualmente, il nostro focus principale è il settore viticolo, ma vogliamo espanderci alle coltivazioni frutticole e ai seminativi. Siamo concentrati a sviluppare servizi ad hoc per ogni coltivazione in modo da fornire delle soluzioni ai problemi quotidiani che si riscontrano in campo.

* Tona et al., The profitability of precision spraying on specialty crops: a technical–economic analysis of protection equipment at increasing technological levels, Precision Agric (2018) 19:606–629 

** Balafoutis et. al, Life Cycle Assessment of Two Vineyards after the Application of Precision Viticulture Techniques: A Case Stud, Sustainability (2017) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *