BUONO – Associazione di promozione sociale

Intervista a Carlo Taccari dell’Associazione di Promozione Sociale BUONO, impegnata nella tutela della natura e delle api 

Buongiorno Carlo, potresti raccontare brevemente com’è nata l’associazione ‘Buono’?

BUONO è nata nel 2014 da un gruppo di amici con una formazione scientifica e l’idea di poter contribuire alla tutela della natura e delle api, per fare qualcosa di buono per tutti. 

Nel 2014 l’interesse che vediamo oggi circa la conservazione degli impollinatori era meno evidente e non c’era modo migliore di iniziare un progetto come questo, dedicato alla collettività, se non quello di scrivere un progetto crowdfunding

Quel progetto è stato poi finanziato e ci ha permesso di concretizzare BUONO, l’Associazione di Promozione Sociale, che è nata ufficialmente nel 2015. 

Di cosa vi occupate più nel dettaglio?

Occuparsi di conservazione della natura é una mission ampia che richiede azioni differenti che nel nostro caso prevedono l’installazione di apiari, di beehotel (alberghi per api solitarie), la realizzazione di momenti di formazione come workshop per gli apicoltori e di didattica non formale, che realizziamo dal vivo sia con le scuole sia con gruppi di persone, e online tramite il nostro sito e i canali social.

Un esempio concreto di questo lavoro è il nostro primo apiario#20BUONI” installato presso l’Oasi LIPU Castel di Guido, un’area naturale protetta alle porte di una delle più grandi metropoli d’Europa, sita all’interno della Riserva Statale del Litorale Romano e di una Important Bird Area (IBA Riserva Statale del Litorale Romano), che include un Sito di Importanza Comunitaria per la Conservazione della Natura (SIC: Macchia Grande di Ponte Galeria IT6030025).

©Carlo Taccari / BUONO

Apiario #20BUONI dell’Associazione BUONO presso l’Oasi Lipu di Castel di Guido.

Portare qui le api da miele significa contribuire al loro benessere donando loro una casa all’interno di un ambiente protetto. Al tempo stesso la loro presenza consente di conservare questo ambiente, favorendo la riproduzione delle essenze vegetali in esso presenti tramite l’impollinazione e, a cascata, garantendo alle specie animali che vivono o sono di passaggio nell’Oasi, di trovare più cibo.

#20BUONI é una casa per le api, uno strumento di conservazione, ma anche uno strumento di divulgazione scientifica. Nel 2018 infatti, il progetto ha vinto il premio per la divulgazione scientifica EurekaRoma indetto da Roma Capitale, divenendo una installazione fotografica

Sulle prime 20 arnie dell’associazione abbiamo realizzato 20 disegni dedicati ad altrettanti scienziati, intorno ai quali abbiamo realizzato un gioco accessibile tramite il nostro sito. Si tratta di un esercizio della memoria, per ricordarci l’importanza della ricerca che ha consentito grandi progressi nel tempo, a beneficio di tutti.

Quali sono le principali attività offerte dall’associazione? A chi si rivolgono?

Realizziamo attività di conservazione come l’installazione di apiari in accordo con enti o riserve, l’installazione di beehotel che produciamo in diverse dimensioni. 

Il più grande si adatta bene ad istituti scolastici, enti o società interessate a sviluppare azioni concrete in favore delle api solitarie nell’ambito della social responsability, mentre il formato ridotto é perfetto per balconi e giardini di abitazioni private, perché tutti possiamo prendere parte attiva nella tutela della natura. Abbiamo particolare cura nel dialogo continuo con la comunità degli apicoltori. Stimoliamo la diffusione delle buone pratiche di lavoro con le api, convinti che l’apicoltore non sia solo un mestiere o un hobby ma sia un vero e proprio ruolo di custode della natura.

©Carlo Taccari / BUONO

Percorsi didattici BUONO – didattica con le api basata su un approccio di apprendimento esperienziale.

Infine ci occupiamo di sensibilizzare anche attraverso degustazioni di miele accessibili a tutti, per scoprire insieme il profondo legame tra il miele e il territorio in cui viviamo.

In che modo è possibile sostenere la vostra associazione?

Come tutte le associazioni, anche BUONO vive delle donazioni dei propri sostenitori.
Possiamo ricevere donazioni direttamente con paypal, bonifico o anche tramite il 5×1000 ed è possibile anche donare per ricevere in cambio qualcosa di buono, come un beehotel per le api solitarie, miele o altri oggetti che sono prodotti dai nostri volontari a sostegno delle iniziative dell’associazione. 

©Carlo Taccari / BUONO

BUONO proteggere le api e la natura per il bene del futuro di tutti. Guarda al futuro e sostieni il progetto donando a BUONO il tuo 5×1000

Un esempio di cui andiamo molto fieri è quello delle serigrafie realizzate dallo street artist LUCAMALEONTE a sostegno del progetto di ricerca Ventimila Api, con cui intendiamo conoscere le api solitarie presenti all’interno dell’Oasi LIPU Castel di Guido. E’ anche possibile partecipare attivamente al progetto inviando la propria richiesta per diventare a tutti gli effetti un citizen scientist e compiere un’esperienza attiva di ricerca sul campo insieme a noi.

Riguardo al miele ‘buono’, come lo producete?

La nostra priorità è il benessere delle api, per questo associamo il loro allevamento a spazi naturali incontaminati e il miele BUONO é il risultato di questa scelta: un prezioso millefiori color oro ambrato ricco di sfumature. 

Quando le api sono in salute e hanno a disposizione una casa incontaminata che offre loro un pascolo sano su cui bottinare, si ottiene un miele speciale il cui assaggio è un morso alla natura che ci circonda. Per questo conduciamo i nostri apiari seguendo per entrambi il regime biologico, ma solo per l’apiario installato presso il Bosco di Manziana abbiamo seguito il percorso di certificazione e dal 2019 produciamo miele biologico certificato. Una scelta che abbiamo fatto a tutela del consumatore per garantire la massima qualità possibile e tenere fede ai nostri principi. 

Infatti, mentre l’apiario dei #20BUONI è situato nell’Oasi LIPU Castel di Guido, uno spazio naturale già protetto in cui l’impatto antropico è ridotto al minimo e che non ha bisogno di ulteriori garanzie come menzionato, l’apiario di Manziana è situato su un terreno privato. Cosi, per assicurare la qualità e la bontà del nostro operato in modo trasparente, abbiamo deciso di fare un passo in più.

Cosa vedi nel futuro di buono? Avete qualche nuovo progetto?

C’è sempre qualcosa di BUONO che bolle in pentola ma la natura ce lo insegna quotidianamente:  per fare qualcosa di BUONO per tutti serve prendersi il giusto tempo e quest’ultimo periodo di tempo ce ne ha dato molto a disposizione. Vorremmo riuscire a continuare a operare in questo settore, sensibilizzando più persone possibili, soprattutto chi è del tutto estraneo alla bellezza del mondo naturale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.