Come scegliere una pompa di superficie?

La pompa di superficie viene utilizzata per pompare acqua limpida da un punto d’acqua (pozzo, fiume, stagno, …) ad un altro luogo, solitamente situato ad un dislivello più elevato.

Le pompe di superficie non possono pompare oltre un dislivello di 7 metri. Per questa esigenza, è necessario ricorrere alle pompe sommerse. Tali pompe sono generalmente collegate alla rete elettrica.

Se si desidera invece una pompa alimentata a benzina, sono da preferire le motopompe.

 

Motopompa LGP 4 tempi alimentazione benzina

Determinazione della portata

La prima informazione da conoscere per scegliere correttamente una pompa di superficie è la portata d’acqua desiderata in uscita. Per determinare questa portata, si devono sommare le portate di tutti gli apparecchi da alimentare.

Ad esempio, se si vuole alimentare da un lato un serbatoio per il rifornimento di un’irroratrice (portata 50 L/min) e dall’altro una stazione di lavaggio (portata 45 L/min), si deve calcolare una portata di 50 + 45 = 95 L/min.

Elettropompa Per Acque Al-Ko Jet 3000 Classic – 650 W – 3100 Lt/Ora

Pressione desiderata in uscita

Inoltre, deve essere presa in conto la pressione desiderata in uscita della pompa di superficie (o del tubo flessibile a pressione).

Come metro di misura e confronto, la pressione in uscita di un comune rubinetto è di circa 3 bar.

Determinazione delle perdite di carico

La scelta della pompa di superficie più adeguata, dipende anche dalle perdite di pressione relative alla configurazione desiderata.

A questo proposito, devono essere presi in considerazione due parametri:

  • Il dislivello tra il punto di origine dell’acqua e il punto di scarico dell’acqua.
  • Le perdite di pressione dovute all’attrito del liquido sulle pareti delle tubazioni di aspirazione e di scarico. Queste perdite di carico sono legate alla portata desiderata, al diametro delle tubazioni ed infine alla distanza (orizzontale) tra il punto di origine dell’acqua e il punto in cui l’acqua verrà scaricata.
Pompa centrifuga in acciaio inox CM 100 NIRO, 2850 min-1, 230 V

Perdite di pressione dovute al dislivello

Classicamente si ritiene che vi sia una perdita di pressione di 1 bar ogni 10 metri di dislivello.

Quindi, se la prevalenza di aspirazione (differenza di altezza tra la pompa di superficie e il punto di prelievo) è di 5 metri e la prevalenza di mandata (differenza di altezza tra la pompa di superficie e il punto di prelievo) è di 10 metri, allora la perdita di pressione dovuta al dislivello sarà (5 metri + 10 metri)/10 = 1,5 bar.

Perdite di carico dovute all’attrito del liquido sulle pareti delle tubature

Queste perdite di carico sono valutate secondo la tabella seguente:

La tabella fornisce il coefficiente di perdita di pressione in funzione della portata desiderata e del diametro interno del tubo utilizzato. Questo coefficiente corrisponde alle perdite di pressione ogni 100m.

Quindi, per un coefficiente di perdita di pressione pari a 3,5 e una distanza orizzontale di 200 metri tra il punto di origine dell’acqua e il punto di scarico, si conterà una perdita di pressione totale di (3,5 * 2)/10 = 0,7 bar.

Trovare la pompa di superficie appropriata

La somma della pressione in uscita desiderata del tubo di mandata e delle perdite di pressione dovute al dislivello e all’attrito del liquido sulle pareti del tubo fornisce quello che viene chiamato “HMT”: la prevalenza totale.

Le pompe di superficie sono solitamente accompagnate da schede tecniche con curve di caratterizzazione. Queste curve corrispondono alla variazione dell’indicatore HMT in relazione alla portata.

Esempio di caratterizzazione delle pompe di superficie

Per identificare la pompa di superficie più adatta alla vostra configurazione, è quindi necessario trovare quella che, per la portata desiderata, fornisca un HMT superiore a quello desiderato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *