Agrobotica

Intervista a Ivano Cremonesi: Il contadino smart e la sua agrobotica

Ciao Ivano, innanzitutto potresti dirci in poche parole, come e dove nasce Agrobotica?

Il progetto Agrobotica.it prende vita da due mie grandi passioni: la natura, in particolare il Regno Vegetale, e la Robotica. Entrambe mi seguono da quando ero bambino. La natura perché vivo in campagna e mio nonno era agricoltore, la robotica perché sono rimasto affascinato fin da bambino dai cartoni animati di Goldrake e dai vari robot. Questa fusione si identifica chiaramente già dal nome “Agro-botica” che unisce i termini “Agricoltura” e “Robotica”, mostrando chiaramente come la tecnologia si metta al servizio della natura.

Mi definisco semplicemente un agricoltore Hi-Tech, un contadino Smart che coltiva fuori suolo, con sistema di precisione autonomo robotizzato Agrobotica.

agrobotica-ivano
Ivano Cremonesi. Fondatore di Agrobotica.

In cosa consiste la vostra attività?

L’attività di Agrobotica ha principalmente una missione: far conoscere le meraviglie del Regno Vegetale. Per fare questo ho ideato e realizzato Clorofilla 618 – La voce delle piante. L’attività principale finora si è concentrata sulla ricerca e sullo sviluppo di quel prodotto che rappresenta il prodotto dei miei sogni, ovvero qualcosa che ho cercato e non ho trovato, uno strumento che possa consentire con un unico prodotto di coltivare vegetali di piccolo, medio e alto fusto, i funghi così come l’alga Spirulina.

agrobotica-clorofilla
Clorofilla 618. La voce delle piante.

Quali sono i vostri principali prodotti/servizi (BtoB e BtoC)? Come funzionano?

Premesso che al momento Agrobotica non vende ancora il suo sistema perché stiamo cercando finanziatori per il lancio sul mercato di Clorofilla. Essa rappresenta il primo sistema di coltivazione dinamico modulare e consiste di un unico prodotto che può essere configurato a seconda del vegetale coltivato diventando model S (Small), model M (Medium) o Model T (Tall), permettendo con quest’ultima opzione di coltivare vegetali alti anche due metri e piante rampicanti.

Le principali caratteristiche del prodotto Colorofilla, protette da ben tre brevetti consistono nel sistema di interscambio della parte di coltura che permette di poter mettere in atto attraverso un unico prodotto varie tecniche di coltivazione come Idroponica, Aeroponica, a goccia ecc.

È un sistema di coltivazione fuori suolo basato sulla tecnica dei vasi comunicanti con serbatoio dinamico esterno che può essere di varie dimensioni, garantendo maggiore riserva e ossigenazione dell’acqua e nutritivi.

Agrobotica-vasi-comunicanti
Clorofilla e il suo sistema di vasi comunicanti di Agrobotica

Si tratta di un sistema Iot Autonomo Robotizzato, con controllo da remoto tramite App multi device, che controlla in modo autonomo i 5 elementi che sono fondamentali per la crescita delle piante: acqua, nutritivi, luce, calore, umidità. Ecco dunque spiegato perché è definito un sistema di agricoltura di precisione.

Orto da interno, oasi verdi da interno. Quali sono i vantaggi?

I vantaggi sono così numerosi, che è difficile descriverli tutti. Posso riassumere i principali: si tratta innanzitutto di una coltivazione fuori suolo quindi in completa assenza  di terra che è la principale responsabile del trasferimento di malattie alle piante. Inoltre tale coltivazione offre la possibilità di far crescere le piante anche in assenza di luce solare in ogni periodo dell’anno e di posizionare il sistema dove si preferisce, dalla mensola in cucina al tavolino in salotto, o direttamente appeso ad un muro fino, sfruttando  il sistema brevettato modulare che consente di trasformare intere pareti in orti verticali domestici.

agrobotica-piantine
Piantine simbolo della vita, coltivate fuori suolo

Quali sono i più recenti modelli che avete sviluppato?

L’ultimo modello proposto il 14 Giugno 2018 è appunto Clorofilla 618 – The Voice of Plant che rappresenta il primo sistema di coltivazione fuori suolo dotato di sintesi vocale e questo permette di informare i futuri utilizzatori sullo stato di salute delle piante o i vari allarmi donando la voce direttamente ai vegetali coltivati nel modulo di coltivazione Agrobotica.

In che maniera commercializzate i vostri prodotti/servizi?

Al momento Agrobotica non commercializza ancora Clorofilla, siamo nella fase di ricerca di finanziamenti per il lancio sul mercato del prodotto. Per questo colgo l’occasione per fare un appello: benvenuti finanziatori!

Quali sono i valori che seguite ad Agrobotica? Cosa ti/vi piace di questo lavoro?

Personalmente io non lavoro perché mi diverto ad ogni mio respiro. Inoltre non sono solo ma sono sempre accompagnato da tante idee che mi aiutano a far si che questa vision si traduca presto in realtà. Sono molti i “grandi valori” dietro al progetto Agrobotica: prima di tutto ci sono i miei collaboratori che per me sono dei supereroi. Sono loro a costituire il “valore” più prezioso.

Inoltre creando un prodotto che genera vita vegetale seguiamo necessariamente altri valori quali il rispetto dell’Impronta Idrica e Carbonica. I sistemi Agrobotica permettono un risparmio di acqua fino al 90% rispetto alla coltivazione tradizionale su terra. Sin dalle prime fasi di progettazione abbiamo sempre tenuto conto anche dell’Impronta Carbonica e dell’importanza della tutela dell’ambiente e del nostro pianeta Terra.

Infine, i collaboratori Agrobotica lavorano rigorosamente in Smart Working e questo contribuisce a ridurre le emissioni e la gestione del tempo. Questi sono solo alcuni punti. Potrei sicuramente continuare ma credo che questo possa bastare.

Riguardo al tuo/vostro percorso personale hai/avete sempre lavorato con la tecnologia e la robotica? E per quanto riguarda la passione per la natura e l’agricoltura?

La mia vita professionale è molto variegata: studi in Musica al Conservatorio e specializzazione in Informatica Musicale. Specialista di prodotti Hi-Tech e venditore di tecnologia da sempre. La passione per il Regno Vegetale sicuramente l’ho sempre avuta nel DNA. Mi è stata trasmessa da mio nonno che era Agricoltore. Fin da bambino andavo con lui in campagna, mentre la passione per la Robotica, come già accennato, è iniziata a nascere in me a partire dalla scossa emotiva trasmessami da bambino dai cartoni animati di Goldrake.

Qualche parola per concludere?

Concludendo posso dire che quando fai quello che ti piace fare, motivato da un forte entusiasmo è una cosa meravigliosa. Si azzera tutto e tutto diventa una magia e tutto diventa un gioco e tu vuoi solo continuare a giocare e divertirti. Aggiungo poi che per tutti gli approfondimenti è possibile consultare la pagina Agrobotica-Press il profilo twitter @agroboticaitaly o il mio profilo linkedin.

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.