Agrologica Bio

Agrologica si racconta: “La nostra mission: educare ad una alimentazione sana e naturale”

Buongiorno a tutti, potreste raccontarmi in breve, come nasce l’Organizzazione di Produttori Agrologica Bio?

La Società Agricola AGROLOGICA Società Cooperativa è stata costituita nell’anno 1996 da 10 produttori di uva residenti nel comune di Chiaramonte Gulfi, territorio ricadente nel comprensorio UVA I.G.P. DI MAZZARRONE.

Tali produttori coltivavano i loro vigneti con il metodo dell’agricoltura biologica già dal 1992.

agrologica_bio_grappolo_uva
Grappoli d’uva di produzione Bio Agrologica.

Dal 1998 il mercato del Biologico si è allargato anche alle primizie, cioè agli ortaggi coltivati in serra. Da ciò, è nata la necessità di aumentare il numero dei Soci conferitori che provengono in misura maggiore dalla fascia trasformata di tutta la provincia di Ragusa tranne alcuni produttori provenienti dalle Provincie di Catania e Siracusa.

Da ciò si evince che la “AGROLOGICA” ha raggiunto una notevole affidabilità tra i Produttori Biologici del Sud-Est della Sicilia ed è divenuta un punto di riferimento, come fornitore, per molti Buyer del settore, principalmente esteri ma anche Italiani.

Nell’anno 2009 la Cooperativa, poiché non aveva ancora il fatturato necessario per il riconoscimento, si è associata ad una grossa O.P. (Organizzazione Produttori) di Ragusa per consentire ai produttori di partecipare ai piani operativi messi a disposizione dalla Comunità Europea e cogliere l’occasione per usufruire di ingenti somme di contributo a fondo perduto. Nel mese di settembre 2016 abbiamo ottenuto il riconoscimento dalla Regione Siciliana con decorrenza gennaio 2017. In conseguenza, a partire da tale data siamo una O.P. che commercializza esclusivamente prodotti da agricoltura biologica.

In che cosa consiste la vostra attività? Come commercializzate i vostri prodotti?

La nostra attività consiste nel commercializzare il prodotto, conferito dai soci, esclusivamente da Agricoltura Biologica e venderlo al miglior prezzo di mercato. La Cooperativa è proprietaria di un magazzino climatizzato diviso in due parti principali, una adibita alla lavorazione dei prodotti e l’altra destinata al deposito di imballaggi, oltre che di uffici e celle frigo. Il prodotto viene stoccato all’interno del magazzino e refrigerato in aree apposite per il prodotto grezzo. In seguito, passa alla lavorazione e, in base ai prodotti, può essere confezionato in vaschette (da 250-500-750 o 1000 gr.) già etichettate per la GDO oppure in cassette da 5/6 Kg per i negozi specializzati.

confezioni_uva_bio_agrologica
Uve Bio confezionate in vaschette. Totale trasparenza.

Il prodotto conferito dai soci è documentato dal DDT (Documento Di Trasporto) compilato dal produttore dove vengono specificate le seguenti caratteristiche: la quantità, il prodotto, i colli, l’appezzamento e l’organismo di controllo che lo certifica. Appena il prodotto viene consegnato in magazzino, viene controllato dal responsabile qualità che ha il compito di controllare la qualità del prodotto e di verificare che i documenti siano compilati in maniera esatta.

Successivamente si provvede ad emettere un numero di lotto gestito da un software che segue il prodotto in ogni spostamento all’interno del magazzino fino all’etichettatura finale, prima della spedizione (tracciabilità). Questo programma oltre a tracciare il prodotto in ogni sua fase ci permette di effettuare la rintracciabilità cioè la ricerca all’indietro della provenienza del prodotto. Possiamo così risalire al produttore che ci ha fornito un determinato prodotto, e verificare in quale data, quale lavorazione abbiamo effettuato ed il lotto di terreno di origine.

La spedizione avviene con camion frigo dove la temperatura ottimale, per l’ortofrutta in genere, viene mantenuta tra 3 e 6 gradi. Ciò per salvaguardare la freschezza del prodotto sino a destinazione.

Quali sono i vostri principali prodotti ortofrutticoli?

La gamma di referenze prodotte fa sì che la nostra società sia presente sul mercato per tutti i mesi dell’anno assicurando sempre la fornitura di prodotto.

agrologica_bio_uva_grappoli
I prodotti Agrologica Bio sono presenti sul mercato tutto l’anno.

I nostri produttori coltivano una superficie totale di circa 220 ettari esclusivamente a coltura biologica così suddivisi:

– circa 50 ettari a ortaggi in serra;

– circa 20 ettari a ortaggi estivi in serra;

– circa 90 ettari tra vigneto, pesco e susine;

– circa 10 ettari a ortaggi in pieno campo;

– circa 50 ettari tra oliveti e foraggi.

Siamo in grado di fornire, durante tutto il corso dell’anno: pomodoro cherry, singolo, a grappolo, o ovale, peperoni e melanzane. A seconda poi della stagionalità produciamo anche zucchine, cetrioli, carciofi, uve di differenti varietà, pesche gialle nettarine, susine, albicocche, cavolo rapa, cavolo cinese, sedano, piselli, fave, agrumi e fichi d’india.

pomodoro_grappolo_agrologica_bio
Pomodori a grappolo, coltivati con metodo biologico.

Come coltivate i vostri prodotti Bio?

La coltivazione avviene secondo il disciplinare dell’Agricoltura Biologica (approvato dalla Commissione REG. CEE 834/2007 e 889/2008). Sia per la concimazione che per i trattamenti, si utilizzano esclusivamente prodotti ammessi in agricoltura biologica.

I mezzi tecnici ammessi in agricoltura biologica vengono etichettati come tali. Questi vengono controllati costantemente dal nostro tecnico agronomo, il quale consulta un registro on-line messo a disposizione dal Mipaaft per verificare se la registrazione di quel determinato prodotto sia ancora valida, se sia in stato di aggiornamento o se addirittura sia stata revocata. Il nostro tecnico controlla anche se le tecniche di lavorazione adottate dai produttori sono idonee, al fine di ottenere un prodotto di ottima qualità sia visiva che organolettica. È sempre lui a consigliarci, per quanto riguarda gli ortaggi, le varietà da trapiantare che sono più richieste nei mercati italiani ed esteri.

Ciò che è importante specificare è che in ogni caso: è vietato l’utilizzo di prodotti di sintesi.

Vi occupate direttamente anche della trasformazione?

Per quanto riguarda la trasformazione dei prodotti in conserve ci affidiamo ad un laboratorio artigianale che si occupa di trasformazione di prodotti da oltre 3 generazioni. Noi forniamo la materia prima di ottima qualità che non riusciamo a destinare al mercato fresco e loro provvedono alla trasformazione su indicazioni e ricette da noi fornite. Anche il laboratorio è e deve essere certificato per la trasformazione dei prodotti Bio.

Per l’imbottigliamento dell’olio invece, ci affidiamo ad un oleificio anch’esso certificato per la molitura di olive biologiche, l’imbottigliamento e l’etichettatura.

Riguardo a voi personalmente, avete sempre lavorato in ambito agricolo? Cosa più vi appassiona del vostro lavoro?

Noi siamo figli di agricoltori. Più di 20 anni fa abbiamo avuto l’intuizione e la lungimiranza per incominciare un’agricoltura più salutare che raccogliesse in essa un ritorno al passato e al tempo stesso una dimensione innovativa. Ad esempio, per quanto riguarda gli ortaggi sotto ombraia (produzione sotto rete) è stato sperimentato un impianto per poter effettuare i trattamenti con trattore piuttosto che manualmente, con notevole risparmio di manodopera.

La passione per il nostro lavoro che ci spinge ad incrementare sempre le coltivazioni, è quella di immettere nel mercato e di conseguenza portare sulla tavola dei consumatori, prodotti sani, coltivati senza prodotti di sintesi (veleni per il nostro organismo) nel pieno rispetto della natura e della fertilità del terreno.

agrologica_prodotti_bio_sani_genuini
Prodotti sani e genuini ad Agrologica Bio.

Per non impoverire il terreno di sostanza organica il Reg. CEE ci impone di effettuare l’avvicendamento colturale e i sovesci dopo due coltivazioni dello stesso tipo. Ciò significa che nello stesso appezzamento non si può produrre sempre pomodoro su pomodoro come avviene nell’agricoltura convenzionale. I sovesci sono miscugli erbacei che nella fase della fioritura vengono triturati e interrati per aumentare la fertilità del terreno e quindi apportare grosse quantità di sostanza organica.

Lavorare in agricoltura è una sfida costante in quanto di anno in anno si affinano le tecniche di lavorazione e si manifestano sempre nuove esigenze da soddisfare per i diversi mercati.

Qual è la mission di Agrologica?

La mission è quella di educare in primis i nostri figli ad una alimentazione sana e naturale, e poi di convincere (e quindi associare) quanti più produttori possibili a convertire le loro coltivazioni al metodo di Agricoltura Biologica per evitare la contaminazione del terreno, delle falde acquifere e anche dell’aria. Ci sentiamo sempre ripetere dai nostri genitori: “Una volta si coltivava solo con lo zolfo e un po’ di concime stallatico e non esistevano tutte queste malattie”. Noi speriamo di ritornare in questo senso al passato e di poter evitare il rischio di portare in tavola prodotti bellissimi ma pieni di veleni.

agrologica_bio_sana_pomodori
Ad Agrologica Bio incoraggiamo un’alimentazione sana e naturale.

Avete qualche obiettivo/progetto per il prossimo futuro? Un invito che vi piacerebbe fare?

L’obiettivo per il futuro è quello di far consumare prodotti biologici in Sicilia, una regione tra le prime in Italia per estensione e numero di aziende certificate ma molto indietro dal punto di vista dei consumi. Abbiamo attivato un progetto con il Gruppo Crai Sicilia con delle promozioni per far conoscere (e quindi consumare) i nostri prodotti. Abbiamo ora in programma per metà settembre, una promozione con i prodotti trasformati, per far conoscere ai consumatori Siciliani anche le nostre conserve.

Un invito potremmo farlo ad alcuni Buyer che vogliono vedere le nostre coltivazioni ospitandoli nel nostro meraviglioso territorio ultimamente utilizzato per la fortunata serie televisiva de “Il Commissario Montalbano”.

Il nostro motto? Di Bio c’è Tutto!     

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.