Fresco by Revoilution

Intervista ad Antonio: “Il nostro obiettivo è rendere tutto più gustoso”

Ciao Antonio, puoi dirmi in qualche parola dove e come nasce Fresco by Revoilution?

Innanzitutto abbiamo avviato un re-branding, cambiando appunto il nome da Revoilution a Fresco, per essere più chiari sui mercati esteri, ovvero il nostro principale target. In sé l’iniziativa nasce 4 anni fa.

Io vengo da una famiglia di olivicoltori e produttori di macchine olearie. L’idea è nata cercando di risolvere il problema della provenienza, della qualità e della freschezza dell’olio, iniziando a lavorare su possibili innovazioni in questo ambito. Inizialmente abbiamo provato quasi per gioco a miniaturizzare il frantoio, e durante il nostro percorso, grazie anche alle esposizioni e alle presentazioni in occasione di eventi importanti come Expo Milano 2015, ci siamo resi conto di aver in realtà inventato qualcosa di nuovo: l’olio Fresco.

Durante questi anni grazie a diversi eventi, abbiamo raccolto molti feedback, costruendo importanti partnership con associazioni di agricoltori, olivicoltori, centri di ricerca, Università del territorio calabrese e aziende leader in questo campo.

In cosa consiste la vostra attività?

Intanto ci siamo occupati, dopo tre anni di studi pratici e teorici in materia, di individuare il modo più adeguato per conservare le olive. Il nostro obiettivo è quello di fornire ai consumatori un prodotto sempre fresco, poco importa quale sia il periodo, tutti devono poter consumare l’olio fresco, anche fuori stagione. L’olio è un prodotto molto delicato, che ha bisogno di essere consumato in breve tempo. Trasporto e storage costituiscono dei problemi per quanto riguarda la conservazione e l’impatto sulla qualità del prodotto e noi, proponendoci di fornire un prodotto sempre fresco, li eliminiamo.

Che cos’è “Eva” e come funziona? Come mai questo nome?

Eva è un piccolo frantoio, viene definita la Nespresso dell’olio. Questo strumento ha tutto quello che ha un frantoio industriale, utilizza olive frante e denocciolate e in 20 minuti ti offre l’olio fresco direttamente pronto ad essere consumato.

revoilution_fresco_eva_olio
Eva, tra materie prime e Olio Fresco

Noi abbiamo 6000 viticoltori partner e un’azienda che trasforma le olive nel territorio calabrese. Il nostro obiettivo è quello di mantenere la freschezza dell’oliva appena raccolta. Cerchiamo di porre rimedio ai problemi legati alla conservazione delle olive provenienti dal raccolto, accorciando il più possibile i tempi. Il nocciolo viene recuperato per produrre bio-energy, mentre la polpa che rimane dopo il processo di estrazione può essere riutilizzata per un sacco di ricette ed è un prodotto ricco di antiossidanti. Normalmente oggigiorno viene buttata via ma è in realtà ricca di proprietà. Ci piacerebbe  poter educare al riutilizzo di questa preziosa materia prima che chiamiamo “Crema di Olive”, infatti i nostri chef stanno scrivendo un ricettario per aiutare le persone ad avere nuove idee e nuovi spunti di utilizzo per tutti i gusti.

revoilution_fresco_chef_olio
Chef , creatività e ricette by Fresco

In Eva inseriamo polpe di olive, da differenti cultivar e terroir, e l’olio che viene prodotto è adattato e personalizzato. Le polpe si possono mescolare tra di loro, o vi si possono aggiungere altri ingredienti per creare oli, profumi e combinazioni personalizzate per i propri piatti. Questa mescolanza permette inoltre di avere un gusto unico, senza bisogno di lasciare il prodotto in infusione a lungo.

Il nostro è un olio autentico, definito nobile in quanto ottenuto da pura polpa e soprattutto non filtrato, caratteristica difficile oggi da trovare in commercio a causa della maggiore deperibilità nel tempo.

Dove e in che modo si possono acquistare i vostri prodotti e servizi?

Ad oggi siamo orientati sulle principali città italiane con un modello “subscription”. Il nostro prodotto è per tutte le tasche e si può acquistare tramite un abbonamento che va dai 29 euro al mese per i privati e le famiglie, fino ad abbonamenti più costosi per ristoranti o aziende.

Ad oggi la versione esistente di Eva è della medesima taglia, sia per privati che per grandi ristoranti.

eva_revoilution_fresco_olio
Antonio presenta Eva, il mini frantoio da cucina

L’obiettivo a livello di produzione è quello di produrre in tutta Italia. Per quanto riguarda la vendita, puntiamo sicuramente a vendere all’estero, stiamo già parlando con Germania e UK e ci piacerebbe espanderci anche in grandi mercati come l’America o la Cina.

Su quali valori si basa la vostra startup?

L’idea è quella di far leva sulle nostre tradizioni, innovandole per competere sui nuovi mercati dove le cose sono più difficili. Uno dei più grandi problemi è quello della distribuzione, il cui predominio ha di fatto compromesso la sostenibilità economica dei più piccoli produttori. In realtà in Italia noi abbiamo una grande tradizione che può essere largamente sfruttata.

L’olio fresco rispetto ad altri grassi, ha la possibilità di intercettare nuovi trend, come ad esempio l’autoproduzione, non tanto per mettere in competizione l’olio con altri oli della grande distribuzione, quanto per passare da un concetto di prodotto a un concetto di servizio.

Infatti la nostra tecnologia ci permette di offrire un servizio, e a sua volta un prodotto, a filiera corta e di lasciare più margine agli olivicoltori.

Ho letto che avete attualmente in atto una campagna di equity crowdfunding? Questa campagna è ancora in corso? Qual è il suo obiettivo?

La campagna si avvia ormai alla conclusione. Il suo obiettivo era sostenere l’ingresso sul mercato. Sinceramente tale campagna è stata molto utile perché ci ha permesso di entrare in contatto con personaggi di spicco, interessati ai nostri prodotti come Ciro Immobile ad esempio, e con potenziali partners industriali. Tra gli investitori sulla piattaforma Mamacrowd infatti ci sono molte persone che lavorano in settori vicini al nostro.

Riguardo a te personalmente, mi dicevi che sei figlio di olivicoltori, hai sempre lavorato a contatto con la natura?

In realtà no, ho studiato a Milano, poi all’estero. Ho fatto studi di economia e finanza, addentrandomi nel mondo assicurativo. Però come dicevo, avevo un forte background famigliare che ho cercato di fare combaciare con l’innovazione tecnologica e i nuovi trend.

revoilution_fresco_antonio
Antonio immerso nell’olivicoltura

Diciamo che il mio percorso, di stampo molto più economico, mi ha però aiutato a creare Fresco e i suoi strumenti. Tutto questo è stato sicuramente favorito anche dal team, molto forte e con competenze verticali, che hanno permesso di tradurre la mia intuizione in pratica. Infatti la nostra squadra oggi si compone di  7 innovatori di cui quattro ingegneri meccatronici, un designer, un responsabile marketing e il sottoscritto, che si occupa più della parte commerciale e finanziaria. Oltre a noi chiaramente rimangono di grande importanza i vari partners con cui collaboriamo e gli advisors.

Cosa ti piace di questo lavoro e cosa ti proponi per il prossimo futuro?

La cosa più bella è proprio potersi occupare di un prodotto che ha una preziosità chiara e unica, nonostante oggi sia in difficoltà e farlo diventare nuovamente un’eccellenza italiana. Dare più respiro a chi oggi fa un lavoro importantissimo e rischia di venire soffocato dai grandi gruppi commerciali.

Dove mi vedo nel prossimo futuro? Come diciamo spesso: il nostro obiettivo è rendere tutto più gustoso. Ci piacerebbe diventare un punto di riferimento nel mercato dei condimenti in Italia e nel mondo, innovando e raccontando storie attraverso il nostro prodotto.

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.