Italbugs

Intervista a Marco Ceriani: bachicoltura e nuove frontiere dell’alimentazione

Qual è il progetto principale della vostra startup?

Italbugs nasce per introdurre le matrici alimentari da insetto nell’alimentazione umana durante Expo Milano 2015. I valori di sostenibilità e le tematiche ambientali del progetto hanno ricevuto, tra gli altri, anche il supporto di FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura).

Dove e come avviene la produzione dei vostri prodotti? E come li commercializzate? Avete in progetto di portare la produzione anche in Italia un giorno?

Produciamo farine proteiche e capsule (www.myxdutch.com) nel nostro laboratorio olandese di Wageningen. Attualmente distribuiamo via web con qualche distributore locale in Inghilterra e Olanda. Non appena possibile inizieremo a distribuire anche in Italia dove abbiamo molta attenzione.

italbugs-spellaiatrice
Spellaiatrice. Utilizzata per pulire i bachi da seta ottenendo materiale (seta) che serviva per imbottiture

Come funziona la coltivazione dei bachi da seta? Quali sono i pregi della bachicoltura? Quali prodotti ne ricavate?

La bachicoltura è stagionale perché dipende dalle foglie di gelso (unico cibo dei bachi da seta). Quindi ha un ciclo compreso tra aprile e novembre. Dal baco da seta otteniamo una farina proteica che abbiamo utilizzato per produrre il nostro PanSeta: il primo panettone al mondo con farina di baco da seta.

italbugs-panseta
Il Panseta: panettone con farina di baco da seta

In che modo gli insetti si possono impiegare nell’alimentazione animale e umana? Sono una fonte proteica? Quale beneficio può derivare dalla loro assunzione?  

Gli insetti sono artropodi (come i crostacei) e come scrivo nel mio ultimo libro ‘Né ossa, Né lische’ sono essenzialmente costituiti da proteine e acidi grassi polinsaturi (omega 3). Il beneficio dell’impiego degli insetti è duplice: da un lato hanno un bassissimo impatto ambientale (consumo d’acqua, suolo, mangime con ridotte emissioni di gas serra), dall’altro sono un ottimo nutriente. Basti pensare che 1 kg di carne bovina richiede almeno 16.000 litri d’acqua per la sua produzione.

Riguardo te, qual è il tuo percorso personale? E come sei arrivato a lavorare a contatto con gli insetti edibili?

Io sono laureato in Scienze Alimentari e ho un percorso di formulatore di nutraceutici. Ho scoperto gli insetti in Thailandia dove ero con la nazionale italiana di Muay Thai. Ho subito contattato la FAO locale ed ho iniziato il percorso di studi e allevamenti proprio in questo paese nel 2009!

Un pensiero conclusivo? Un augurio per il futuro?

Oggi sono considerato un ‘Food Hero’ per la mia capacità di scoprire e proporre nuovi alimenti, sostenibili e gustosi.

Italbugs-silk-urban-farm
Silk Urban Farm presso La Scuderia in piazza verdi a Bologna

Con 10 miliardi di persone è d’obbligo ripensare il nostro cibo e la catena alimentare che deve essere sempre più corta. Insetti, alghe e piccoli pesci saranno il nostro cibo entro il 2050.

 

  1. Buongiorno e buon lavoro.
    Sono interessata alla farina e capsule proteiche.
    Vorrei avere più informazioni al riguardo, incluso l’aspetto economico, i tempi di consegna etc.
    Siamo a Roma Castel Sant’Angelo.
    myxdutch.com non è attivo per l’Italia?
    Avete un altro contatto?
    I migliori auguri per l’iniziativa e un sereno proseguimento.

    1. Buongiorno Tiziana, grazie per il suo commento. Siamo lieti che l’articolo abbia destato il suo interesse.

      In merito alla sua domanda o per qualsiasi informazione sui prodotti, può contattare direttamente il Sig. Ceriani all’indirizzo [email protected]

      Grazie e buona giornata!

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée.